Fallimento aziendale: come prevenirlo con l'applicativo giusto

Tra i principali e più comuni motivi di fallimento aziendale, come evidenziano studi accademici e di settore, ci sono: finanziamento inadeguato e cattiva gestione finanziaria; pianificazione e controllo amministrativo sbagliati, o non sufficienti; flussi di cassa che non funzionano, crediti che non vengono incassati, e conti bancari che rimangono a secco. Questi ultimi, in sostanza, sono alla fine ciò che determina buona parte dei fallimenti aziendali.

Tutto ciò mentre la regola cardine per una buona e corretta gestione delle imprese è sapere esattamente dove ti trovi in ogni momento, innanzitutto dal punto di vista amministrativo e finanziario. È un problema comune, che riguarda anche le aziende di successo.

Ignorare i segnali di avvertimento, evidenti o sottili, di problemi amministrativi e finanziari – che possono riguardare ad esempio i flussi di cassa, l'approvvigionamento delle risorse necessarie, i crediti insoluti, il recupero crediti –, è un modo infallibile per finire dalla parte sbagliata delle statistiche di sopravvivenza aziendale.


Fallimento aziendale: nessuno può dirsi immune dagli errori, anche gravi

Gestire un'azienda – e tutta la sua sfera amministrativa e finanziaria – non è un compito facile. Non lo è mai stato. Ancora di più di questi tempi, con tutto ciò che la pandemia del Covid 19 ha portato e porterà con sé. Ma i buoni 'capitani d'impresa', gli imprenditori e i manager più attenti e avveduti, sanno bene anche che le risorse umane hanno qualità straordinarie, ma non sono infallibili. Anzi, tutt'altro. E ancora di più in scenari difficili da affrontare, ad esempio con un mercato debole o in crisi, e altri fattori poco favorevoli, un aiuto importante, spesso fondamentale, può arrivare dalle nuove tecnologie.

Questa volta affrontiamo un tema che nessun imprenditore e manager vorrebbe mai affrontare: il fallimento aziendale. Per chi guida o gestisce un'impresa che va a gonfie vele magari la questione può sembrare secondaria – anche se nessuna realtà può mai dirsi immune dagli errori, anche gravi –, ma ciò che hanno messo in evidenza i ricercatori americani dell'Università di Harvard, in una delle loro analisi di Business, è molto interessante: innanzitutto, moltissimi gravi errori, che portano a disastri aziendali, e anche al fallimento finale dell'impresa, raramente hanno una sola causa. E raramente sono, o erano, imprevedibili, o inevitabili. Piuttosto, hanno spesso origine e partono dall'interazione inaspettata, e dall'effetto congiunto, di tanti piccoli errori, lacune, decisioni e azioni sbagliate, magari ritenute di poco conto, che vengono ignorate o sottovalutate – quando non addirittura nascoste – per tanto, troppo tempo. Un po' come succede con una piccola frana di neve che diventa una valanga.


Il fallimento aziendale è spesso la conseguenza di errori umani
 

Questi errori latenti a un certo punto si possono combinare con altre condizioni negative, ad esempio esterne e di mercato, e a quel punto l'effetto è quello di produrre un danno molto grave. E di portare anche al Crack aziendale. Secondo aspetto, o Bias e difetto umano, molto umano: a volte le persone tendono a minimizzare e trascurare i propri errori. Terzo: quando imprenditori e manager si accorgono di qualcosa che non va, il loro riflesso è spesso quello di correggere il sintomo piuttosto che la sua causa.

Sono tutte mancanze e negligenze che il settore amministrativo e finanziario di un'azienda non si può permettere. Se non si vuole correre il rischio del fallimento aziendale. Possono sbagliare magari quelli della logistica, o della produzione, e i loro errori possono anche riflettersi e avere conseguenze più o meno pesanti anche sull'ambito finanziario. Ma nel settore gestionale e amministrativo no, non si può e non si deve sbagliare. Perché se l'errore è grave, o se è la somma e il risultato di tanti piccoli errori che vengono trascurati e sottovalutati nel tempo, danni e conseguenze possono portare anche al fallimento aziendale e di tutto il sistema.


La tecnologia al servizio di un'amministrazione efficiente

Come evitare, quindi, errori, negligenze, cattive gestioni e valutazioni, che possono portare anche al Crack fatale e al fallimento aziendale? Occorre essere realistici, attenti e previdenti. Occorre prevenire tutto ciò con l'applicativo giusto, dedicato all'amministrazione d'impresa. Una soluzione tecnologica software evoluta e aggiornata – in base alle più recenti esigenze ed evidenze emerse nel mondo delle imprese – è la risposta più adeguata e attrezzata a tutte le incognite e i rischi a cui si può trovare di fronte l'attività di gestione amministrativa e finanziaria.

Solo un applicativo, specifico e completo, dedicato al settore dell'amministrazione e finanza aziendale è in grado di tenere sotto controllo e di gestire in modo efficiente tutte le molteplici attività e funzioni che fanno capo al reparto: dal Cash flow alla contabilità al recupero crediti insoluti. Gli uomini e i professionisti d'azienda – anche gli imprenditori e i manager più capaci e di successo –, non possono mai peccare di superficialità e presunzione, specialmente e ancora di più davanti a situazioni e prospettive che possono essere critiche e pesanti per il mercato. Il rischio estremo, ma a volte molto concreto, è il fallimento aziendale.


Prevenire il fallimento aziendale con un applicativo evoluto

Solo un sistema applicativo sviluppato per gestire al meglio tutte le attività, procedure e funzioni del mondo amministrativo può dare quell'aiuto in più e quel contributo di efficacia ed efficienza che possono risultare fondamentali per gli sviluppi e le sorti aziendali. Anche intercettando e prevenendo quegli errori e quei difetti che inizialmente possono apparire di poco conto, ma che se sottovalutati e trascurati possono, in tempi più o meno rapidi, portare l'intera azienda sull'orlo del baratro.

Lo confermano anche gli specialisti in gestione aziendale e Business administration dell'Università di Harvard, che hanno studiato nello specifico molti casi di 'disastro' gestionale e fallimento aziendale: le nuove tecnologie e le applicazioni software– tra cui quelle per amministrazione, finanza e controllo – non possono più essere considerate un'eventualità o un lusso per le aziende. Ma sono ormai fondamentali per riuscire a guidare al meglio, anche in tempi burrascosi e difficili, le imprese nel loro viaggio per raggiungere gli obiettivi. E senza sbagliare. Senza affondare. Ma non si può attendere che la nave sia già sugli scogli: bisogna prevenire la tempesta e il naufragio con gli strumenti giusti.


Cash-flow-e-liquidita

Articoli correlati

Come si misura il rischio di credito in 5 Step

Sapere come si misura il rischio di default dei clienti è essenziale per capire quanti e quali siano affidabili, dal punto di vista f...
DocFinance 20 maggio 2020

Fallimento aziendale: come prevenirlo con l'applicativo giusto

Tra i principali e più comuni motivi di fallimento aziendale, come evidenziano studi accademici e di settore, ci sono: finanziamento ...
DocFinance 13 maggio 2020

Crediti insoluti: tutto quello che devi sapere per agire al meglio

I crediti insoluti, non pagati nei termini previsti, sono un danno e un problema molto rilevante per l'impresa, da gestire in maniera...
DocFinance 22 aprile 2020